Nicole Kidman - madre grazie ad un utero in affitto


GOSSIP

> Eva Longoria

> Principe William

> Larry King lascia

> Martina Colombari

> Nicole Kidman

> La festa può iniziare

> Barbara Berlusconi

> A ognuno il suo

> Antonella Clerici

> Italo Bocchino

> Bin Laden ucciso

> Will e Kate

> Lady Gaga

> George Clooney

> Ancora Bocchino

> Petra Ecclestone

> Steve Jobs

> Belen e video hard

> Demi Moore

A quanto pare siamo invasi da una nuova moda. Uno shopping alquanto particolare. Una volta compravamo scarpe e borse, oggi compriamo uteri in affitto. Da noi si tratta ancora di un'azione illegale (siamo pur sempre il paese del Papa e dobbiamo dare il buon esempio), all'estero si tratta di un metodo, sempre più diffuso e legale da una decina di anni. Facendo una ricerca in rete, è chiaro che si tratta di un business molto redditizio in cui sono coinvolte numerose società. Nel caso in cui avevate qualche dubbio, i costi sono da nababbi. Secondo i dati che ho raccolto, si va da 12 mila euro a 150 mila euro, per un totale di nove mesi di "lavoro" (se così vogliamo chiamarlo). Il paese più economico risulta essere la Grecia dove con una cifra relativamente bassa potete realizzare il vostro desiderio di diventare genitori.

Le notizie che ho letto mi hanno lasciata perplessa. La natura degli essere umani dov'è finita? Sembra che oggi tutto ci è concesso. Una volta l'iter era il seguente: due persone si innamoravano (sono romantica e mi piace credere che le cose funzionavano cosi), avevano dei rapporti sessuali in seguito ai quali, nove mesi dopo nasceva un bambino oppure una bambina. Tutto sommato si trattava di una faccenda semplice. Oggi le cose sono molto più complesse e le situazioni "vecchio stampo" sembrano essere in minoranza. Sono sempre più le donne che fanno i figli intorno alla quarantina, quando l'orologio biologico l'ho consente, quando invece l'orologio biologico non vuole collaborare, nessun problema, rivolgetevi ad una società di competenza, firmate il contratto, pagate e come per magia, nove mesi dopo diventerete genitori. Quello che mi fa pensare, a parte il fatto che è concesso diventare genitori a qualsiasi età o quasi, è la commercializzazione di una donna e del suo utero. Per fortuna esistono ancora paesi in cui tutto questo è vietato ma questo non basta a fermare il trend tra i nababbi.

Sempre più persone del mondo dello spettacolo ricorrono a questa tecnica. Vi ricordate di Ricky Martin? Anni fa, desideroso di diventare padre è ricorso ad una madre surrogata che gli ha dato due gemelli. Sul fatto che sia omosessuale sorvoliamo, altrimenti bisognerebbe aprire un capitolo a parte. Un'altra attrice famosa che è ricorsa a questo metodo è Sarah Jessica Parker (Carrie Bradshaw di Sex and The City). Dopo il primo figlio (avuto naturalmente), ha dichiarato di avere problemi di concepimento dovuti alla età ed è ricorsa alla madre surrogata. La lista dei cosiddetti Vips è molto lunga. L'ultima dello show biz è Nicole Kidman.

Dopo due adozioni avute con l'ex marito, Tom Cruise, dopo una figlia avuta dal nuovo marito Keith Urban, in seguito alle numerose iniezioni di botulino con risultati disastrosi, si è decisa per una nuova gravidanza. A quanto pare, la motivazione è sempre la stessa, difficoltà di concepimento dovuta alla età e ricorso ad una madre surrogata. Il fine giustifica i mezzi anche in questo caso? Se la natura non ti da un figlio, è giusto cercarlo ad ogni costo e a qualsiasi età? Quali sono le vere motivazioni di queste donne? Si sa che una gravidanza dura nove lunghi mesi fatti talvolta di nausee mattutine, gonfiore alle gambe, insonnia ecc. I chili presi a volte possono essere smaltiti velocemente, una volta avuto il bambino ma in alcuni casi i chili restano e possono cambiare completamente il fisico di una donna. Tra i chili presi, la fatica dei nove mesi e le madri surrogate ci può essere un collegamento? Viviamo in un'epoca in cui possiamo avere tutto e senza alcuna fatica? Chissà.?

Gennaio 2011