Demi Moore e Ashton Kutcher

Le promesse sono bugie e i giuramenti uno scherzo?


GOSSIP

> Eva Longoria

> Principe William

> Larry King lascia

> Martina Colombari

> Nicole Kidman

> La festa può iniziare

> Barbara Berlusconi

> A ognuno il suo

> Antonella Clerici

> Italo Bocchino

> Bin Laden ucciso

> Will e Kate

> Lady Gaga

> George Clooney

> Ancora Bocchino

> Petra Ecclestone

> Steve Jobs

> Belen e video hard

> Demi Moore

Lui. Ventisette anni. Il fascino della giovinezza.
Lei. Quarantatre anni. Una bellezza senza tempo.
Uno era single, l'altra divorziata con tre figlie.
Lui è Ashton Kutcher, lei, Demi Moore.
L'amore ha o non ha età?

24 settembre del 2005, dopo due anni di fidanzamento, i due si uniscono in matrimonio. Presenti al loro giorno più bello, le tre figlie dell'attrice e l'ex marito Bruce Willis. All'epoca l'unione fa discutere per la differenza di età tra i due. Siamo negli anni in cui fa la sua comparsa la parola "toy boy". Traducendo in italiano parliamo del "ragazzo giocattolo". Sembra si tratti di un fenomeno in crescita. Sono sempre di più le donne "mature" (belle più che mai) a scegliere uomini che potrebbe essere i loro figli. Cosa offrono questi ragazzi oltre la loro giovinezza? Spontaneità? Immaturità, oppure la maturità? Sicurezza o il brivido dell'incertezza? Qualsiasi sia la risposta, una cosa è certa, attraggono. Tanto da giurare loro amore eterno e fedeltà coniugale. Questi matrimoni possono resistere al passare degli anni?

Per i due attori di Hollywood la risposta è no, non possono resistere. Dopo un inizio molto promettente in cui i due novelli sposi sembrano aver dipinto il perfetto quadro della famiglia allargata, fatta di vacanze con l'ex marito di lei e le loro tre figlie, qualcosa sembra andare storto. Nonostante le dichiarazioni dell'ex signor Moore, l'attore Bruce Willis, che dichiara pubblicamente quanto sia straordinario Ashton Kutcher, il pubblico americano e non solo, si accorge presto che non tutto l'oro è quello che luccica, non tutti sono come appaiono, l'abito non fa il monaco. Il giorno del sesto anniversario del matrimonio succede l'impensabile. Il tutto si svolge in California, a San Diego, nel lussuoso "San Diego Hard Rock Hotel". Mentre la signora Kutcher era impegnata ad attraversare gli Stati Uniti per promuovere la sua ultima fatica cinematografica, il giovane marito festeggiava il loro anniversario in compagnia di una ventiduenne, una certa Sara Leal: giovane, bella, bionda e molto appariscente.

Inizialmente si pensava che nonostante la scappatella tutto potesse tornare come prima o almeno, dal twitter dell'attrice, ci furono segnali di speranza che però, presto svanirono. Le parole con le quali la (ex) signora Kutcher comunica la fine del suo matrimonio durato sei anni, sono le seguenti: "come donna, madre e moglie, ci sono alcuni valori che ritengo sacri e con questo spirito ho scelto di andare avanti con la mia vita". In seguito alla separazione, Demi è stata fotografata dai paparazzi visibilmente scossa e dimagrita. Poco tempo dopo ci fu la notizia della morte dell'amica Patsy Rugg, il suo punto di riferimento. Alla fine, ultimo ma non meno importante, una chiamata al 911 che informa di un malessere dell'attrice. Le voci del suicidio si fanno insistenti ma il medico del pronto soccorso smentisce chiarendo che si è trattato di un malore in seguito ad un uso prolungato delle sostanze energetiche. Per sostanza energetica, intende la Red Bull.

Quale sia la verità è difficile da accertare. Al momento la certezza è una sola. In seguito agli ultimi, traumatici eventi, l'attrice americana, causa esaurimento nervoso, è stata ricoverata al Cirque Lodge di Sundance, una clinica specializzata per i disturbi alimentari e dipendenze da farmaci. Sembra che a convincerla sia stato l'ex marito, Bruce Willis. "L'amore è morto e sepolto. Siamo traditi e ingannati: le promesse sono bugie, i giuramenti uno scherzo. Siamo una nazione di cornuti che sanno di essere presi in giro e di fare la parte degli idioti. Senza dignità, istruiti alla passività e pragmatismo. Non importa di che sesso siate: ognuno di voi può recitare questa parte." Vip o le persone comuni. Nessuno escluso.

Febbraio 2012