Italo Bocchino - I ricci senza eleganza


GOSSIP

> Eva Longoria

> Principe William

> Larry King lascia

> Martina Colombari

> Nicole Kidman

> La festa può iniziare

> Barbara Berlusconi

> A ognuno il suo

> Antonella Clerici

> Italo Bocchino

> Bin Laden ucciso

> Will e Kate

> Lady Gaga

> George Clooney

> Ancora Bocchino

> Petra Ecclestone

> Steve Jobs

> Belen e video hard

> Demi Moore

Ultimamente sono "out" dal mondo di pettegolezzi, talmente "out" che mi stavo dimenticando di scrivervi il mio usuale articolo mensile. Ieri sera mentre leggevo "L'animale morente" di Philip Roth (ma questa è un'altra storia che vi racconterò in seguito su un'altra pagina) mi sono resa conto che il mese stava per finire e io non avevo cercato nessuna notizia! Magari è stato questo il motivo per cui ho dormito male. Tenendo conto che non avevo molto tempo per navigare in rete (che poi, tanto per cambiare si è bloccata) e ancora meno voglia di leggere un'infinità di notizie inutili, prendo in mano il cellulare e scrivo un sms del tipo "aiutatemi" alla mia amica. Alla velocità della luce mi arriva la sua risposta: "ora non mi viene in mente nulla. La storia di Bocchino che ha chiesto scusa alla moglie ieri sera per il tradimento con la Carfagna?" e in più aggiunge: "è una storia lunga lei ha rilasciato un'intervista a Vanity dicendo che sapeva tutto".

Ecco fatto, in poco tempo ho trovato la notizia che ha decisamente catturato la mia attenzione. Non mi sono mai interessata alla politica, in quasi 32 anni di vita, ho votato una volta sola e più o meno a casaccio, per cui fate voi. Quindi di Bocchino non ho mai sentito parlare. Della Carfagna si, ma non perché sta in politica dove si occupa, di cosa? Le mie conoscenze sulla signorina risalgono al suo periodo televisivo in cui faceva la conduttrice insieme a Davide Mengacci in un programma televisivo su rete quattro. Come abbia fatto a passare da rete quattro al Parlamento mi è sfuggito. D'accordo, ha una laurea in giurisprudenza (e si presuppone che non sia stupida) ma del resto non è certo l'unica ad averla. Saranno state le conoscenze giuste? L'aspetto fisico? A voi, trovare le risposte. Torniamo alla storia. Mi ha tremendamente incuriosita l'intervista rilasciata dalla moglie di Bocchino a Vanity Fair, è stata una lettura divertentissima! Poche righe di puro divertimento.

Fino a qualche tempo fa, davanti ad una storia del genere sarei rimasta incredula. Forse perché vivevo nel paese di Alice e lì si sa, è tutto o quasi, meraviglioso. Ora, non sono sorpresa dei fatti accaduti, non sono indignata. Sorrido e vi spiego il perché. Prima di tutto parto dal presupposto che i panni sporchi si dovrebbero lavare tra le mura domestiche e non in pubblico. A chi interessa assistere alle liti di due persone adulte che in teoria dovrebbero essere capaci di stare al mondo e di comportarsi da persone mature e responsabili? La mia risposta è: non interessa a nessuno. Invece mi rendo conto che non è così. Viviamo in un'epoca in cui, sembra, che le vite degli altri siano diventate più divertenti delle nostre, è più divertente guardare i fatti degli altri, giudicarli piuttosto che guardare e giudicare noi stessi.

Come vi dicevo prima, ho trovato l'intervista della signora Bocchino molto divertente. Il divertimento non solo sta nel fatto che la signora era al corrente della relazione extra coniugale del marito da due anni e mezzo ma ha perfino sentito il triste desiderio di comunicarlo ad un paese intero! Essere cornificate già di per se dovrebbe essere sufficientemente umiliante ma a quanto pare non tutti sono della mia opinione. Le sue parole: "Ho dovuto reagire: non mi va di passare per la scema del villaggio" mi hanno lasciata perplessa. Evidentemente la signora non si è resa conto che è la scema del villaggio, la scema del villaggio con un suo tornaconto (non dimentichiamoci che esistono tanti tipi di rapporti e che non tutte le famiglie sono quelle del Mulino Bianco).

Vedete, è questo l'aspetto tragico e comico allo stesso tempo dell'essere umano. La sua innata capacità di infossarsi da solo. Ovviamente, l'elegante (si fa per dire) signora Bocchino non si è dimenticata di infangare la signorina Carfagna e come se non bastasse, ieri sera, il marito è andato nella trasmissione di Fazio in cui, ha dichiarato che la sua storiella è stata un semplice errore. Due anni e mezzo "fuori casa" possono essere considerati un errore oppure il signore ha semplicemente cercato di pararsi il culo insultando allo stesso tempo l'intelligenza dello spettatore? Ai due protagonisti di questa vicenda consiglierei di cercare un corso che insegni loro l'amore proprio ed il rispetto e perché no, l'eleganza. Del resto chi ha inventato il corso sulla educazione potrebbe creare altri nuovi. Vi lascio con una frase che adoro, di un scrittore che adoro (Oscar Wilde): "è meglio tenere la bocca chiusa e sembrare stupidi, piuttosto di aprirla e togliere ogni dubbio". Meditate!

Aprile 2011